Si è disputata oggi, domenica 11 agosto, a Bath, in Gran Bretagna, la finale femminile dei Campionati Europei di Pentathlon Moderno, ultima gara della rassegna continentale.

C'era grande attesa in casa azzurra per questa manifestazione perchè, oltre al titolo europeo, si assegnavano anche otto pass per le Olimpiadi del prossimo anno in programma a Tokio; tra le tre azzurre in gara c'era anche l'astigiana Alice Sotero, atleta in forza alle Fiamme Azzurre cresciuta nello Junior Pentathlon Asti.

Purtroppo la gara non ha riservato ad Alice la stessa soddisfazione di quattro anni fa quando, proprio nella stessa località inglese, conquistò la qualificazione ai Giochi Olimpici di Rio 2016; l'atleta astigiana, infatti, ha chiuso al 22° posto pur risultando la migliore delle azzurre con le due portacolori dei Carabinieri, Elena Micheli e Aurora Tognetti, che chiudono rispettivamente 27a e 36a.

La finale era iniziata molto bene per Alice che con piazzava il terzo tempo nella prova di nuoto, 2'11"06, che vale 288 punti; purtroppo a complicare la gara è la prova di scherma che la Sotero chiude con 12 vittorie e 23 sconfitte conquistando solo 172 punti che la fanno scivolare al 28° posto.

L'astigiana non si scoraggia e con una buona prova di equitazione ottiene 286 punti risalendo al 17° posto, ma nel laser run non riesce a rientrare nelle posizioni che valgono il pass olimpico, anzi perde cinque posizioni che la relegano al 22° posto con 1291 punti.

La rassegna continentale si chiude così senza nessun pass olimpico conquistato dagli atleti azzurri, infatti anche nella prova maschile nella finale disputata ieri, sabato 10 agosto, non sono arrivati piazzamenti utili per la qualificazione a Tokio 2020. Adesso per ottenere le carte olimpiche dirette occorre arrivare nelle prime tre posizioni del mondiale. L'altra possibilità di qualifica per gli atleti è quella del ranking olimpico.